Cerca

Il covo della Gnoma

Chi Mucha il primo dell’anno…

Approfittando dei giorni di vacanza a Como mi sono fatta una puntatina a Milano per visitare la mostra di Alfons Mucha, allestita a Palazzo Reale. Mi aspettavo un’esposizione piacevole, ma è stata ancora più interessante di quanto pensassi.
Iniziamo con ordine…

Continue reading “Chi Mucha il primo dell’anno…”

I wish you…

Mentre il 2015 si sta spegnendo, con tutte le persone che mi hanno lasciata e con tutte le situazioni che si stanno chiudendo… 

Auguro a tutti un 2016 ricco di luce e felicità. 

E che porti anche un po’ di evoluzione in tutti noi. 

Banalità sulla lettura

E adesso cosa posso leggere? 

Non mi capita spesso di domandarmelo. Ho una lista infinita di libri che mi attendono. Dopo aver concluso una serie affascinante di romanzi, dopo essere stata catturata dai loro personaggi, ora cosa fare?
Potrei ricominciare con la Vargas, i suoi personaggi mi stregano e mi svagano sempre. Oppure potrei semplicemente aprire la lista dei libri da leggere e pescare a caso tra uno di quei titoli. Oppure… oggi facendo un giro in libreria ho trovato qualche altro titolo che potrei cominciare. Certo, potrei anche concentrarmi su quelli già iniziati e finirli…  

Questo momento di panico da lettrice compulsiva non mi capitava da un po’. Non so bene quale sarà la mia lettura della colazione, domani, ma di una cosa sono sicura: è bello aver recuperato questa passione.
Ho anche abbozzato un paio di recensioni un po’ più curate di quelle che sono solita scrivere. Un altro passatempo divertente che potrebbe piacermi coltivare

Come ci si accorge nell’era moderna che è arrivato il momento di spostare l’ora?
Semplice: guardi il cellulare, vedi 2:14 e pensi “Tra poco vado a dormire”.
Ti gingilli un altro po’ con la grafica del blog, guardi di nuovo il cellulare e vedi 2:03.
O sei caduto in un vortice spazio-temporale oppure è arrivato il momento di cambiare l’ora su quei pezzi d’antiquariato che non sanno farlo da soli. 

Tag: Whatsapp – Contatti momentanei

Ok, spesso non mi lascio trascinare da queste cose ma sarà che oggi sto un po’ male e che tutto sommato è stato veloce e divertente scriverlo…

Innazitutto ringrazio per questo TAG pdkizzy da https://7sottountetto.wordpress.com/. Grazie anche per avermi messa in crisi in un paio di punti ai quali non sapevo come rispondere!

Ecco il gioco: Whatsapp – Contatti momentanei

Continue reading “Tag: Whatsapp – Contatti momentanei”

Inizia la ricostruzione?

E così… ho trascinato uno dei miei vecchi blog tra queste pagine. Non sono nemmeno andata a rileggere bene quali erano le mie emozioni allora. Avrò tempo per farlo, la cosa migliore è comunque aver riconciliato due pezzettini di me, mentre chissà quante altre cose mie navigano disperse nella rete.

Avverto ancora un certo senso di inappagamento guardando questo posto, il mio pseudonimo e tutto il resto. Probabilmente le mie peregrinazioni non possono ancora dirsi concluse, anche se c’è una piccola possibilità che io sia in fase di assestamento.

Perché sono così irrequieta? Mi piacerebbe tanto saperlo. Probabilmente perché anni fa ho iniziato una frammentazione che ora è un po’ difficile recuperare.
Sì, so che questo è l’argomento portante dei miei ultimi post, magari anche un po’ noioso… invece ho una vita piuttosto movimentata al momento, il che mi distrae parecchio sia dal blog che dalla conta delle mie parti. Forse è per questo che quando torno qui quasi mi sconforto alla vista di quello che mi sembra un gran casino.

Beh… conto di ripassare presto con frasi migliori sulla penna e con un sorriso per tutti sul viso.

Inaspettato ritorno

Mi sono messa a rimestare nel pentolone del passato. Non tanto per vera voglia, ma per necessità. Ogni tanto lo devo fare se non voglio trovarmi sommersa dallo spam di siti a cui mi sono registrata una volta, tanto per provare…
Così sono capitata su un vecchio blog, uno di quelli che nemmeno ricordavo di avere aperto.
Un blog fermo a quegli ultimi momenti prima della laurea, quelli in cui salutavo il nonno per sempre.
La cosa mi ha sorpresa, sì, anche stordita… perché dopo anni pare troppo una coincidenza ritrovare quelle poche parole scritte, poche ma precise, a così pochi giorni di distanza dalla morte della nonna.

Mi sembra giusto, anche carino, lasciare questa traccia per un’emozione che mi ha sorpresa, quasi sopraffatta.

Vorrei riuscire a recuperare tutti quei frammenti di me sparsi per il mondo e riunirli in un unico luogo. Per la prima volta in vita mia lo voglio davvero.

Il mare dei cittadini

La Gnoma a Riccione. Già.
Che diavolo può farci una gnoma a Riccione? Certo non una vacanza. Le gnome in vacanza cercano qualcosa che somiglia a casa loro, solo molto più selvaggio o avventuroso. Altrimenti che scopo avrebbe muoversi?

E allora cosa ci faccio a Riccione?

Continue reading “Il mare dei cittadini”

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: